Pagine

sabato 24 aprile 2010

Tronco portafiori

Cari amici, vi faccio vedere ora uno dei miei primi lavori: un "tronco" di abete che ho svuotato completamente (un lavoraccio) e che ho poi decorato a punta di coltello. I disegno mostrano animali tipici di montagna, quali la marmotta, la volpe, lo stambecco e il capriolo. C'è anche un gatto, anzi una gatta, ma quella è reale come la sua curiosità. Per evitare che il legno sbregasse ho dovuto svuotarlo da fresco e lasciarlo essiccare circa sei mesi per poterlo lavorare, infatti all'interno ha la muffa. Sono riuscito a fermare alcuni sbreghi avvitando all'interno una creniera metrica che ha tenuto unito il legno. Questo lo utilizzo come portavasi da fiori, ma allargando opportunamente l'imboccatura superiore si può usare anche come portaombrelli. Ciao a presto.



















domenica 18 aprile 2010

Penna usb


Eccovi ora l'unione tra la natura e l'uomo: un sandwich di legno con farcitura di tecnologia. La parte difficile è stata trovare la giusta combinazione di spessori in mezzo ai due fogli di abete da 4 mm (dalle mie parti chiamati "cartella"), per fare in modo che il cappuccio non sia troppo lasco. Sono partito dalla base, aggiungendo i due spessori neri e quello centrale bianco, ho tagliato la parte in mezzo creando la sede e ho incollato l'ultima cartella. Per mia fortuna gli spessori intermedi erano appena scarsi e ho allargato la parte interna del cappuccio con una lima da ferro quel tanto che basta da far scivolare la penna usb senza che si corra il rischio di perderlo. Le due cartelle esterne sono di abete cotto in autoclave, la parte centrale bianca è abete nuovo, mentr i due spessori neri sono di noce. Incollandoli ho incrociato le fibre in modo che non si spezzi il tutto. La penna l'ho incollata con il super attak mettendolo solo sulla parte metallica della penna, dandomi la possibilità di poter sostituire la memoria in caso di rottura. Un saluto a tutti.

domenica 11 aprile 2010

Piccoli trafori




Ecco due lavori alla sega da traforo. La prima immagine mostra quattro rondini in abete naturale tagliate e, incollando una piccola calamita, appese al frigorifero. La seconda è di compensato di pioppo da 8 mm e dipinta con i colori a tempera senza altra finitura. Anch'essa con la calamita, attaccata al frigorifero. La foto sotto è di uno scoiattolo di pannello di abete da 13 mm fatto in due pezzi, sul quale ho dato una mano di mordente e una di vernice. Prossimamente pubblicherò la foto di uno stambecco (alto 13 cm) sempre di abete naturale. L'ho regalato (come quasi con tutti i lavori che faccio) e non ho ancora la foto. A presto.

sabato 3 aprile 2010

Salvadanio



Ecco ora un salvadanaio a forma di scoiattolo di Cortina, a parte la scritta mancante. La parte che forma le pareti è fatta incollando due pezzi di multistrato di pioppo da 20 mm e tagliandoli con la sega da traforo elettrica, mentre il fondo e il coperchio sono di compensato da 4 mm.
Il tutto è stato verniciato con i colori spray, mentre per il coperchio ho fatto uno stancil utilizzando un foglio di plastica per lucidi. Di questi salvadanai ne ho fatti due, il primo per mio fratello e il secondo l'ho regalato al mio migliore amico per il suo compleanno. Ora ne sto facendo uno a forma di targa automobilistica australiana che pubblicherò quando sarà finito. A presto. Colgo l'occasione per augurare a tutti una buona Pasqua.