Pagine

domenica 26 febbraio 2012

USB corno.


Cari amici, ecco un altro mio lavoretto: un porta penne usb in corno di cervo. Un amico cacciatore mi ha gentilmente reglato un piccolo corno di cervo che ho tagliato alla prima biforcazione, per creare questo porta penne usb. Appena tagliato ho subito sigillato le parti esposte, altrimenti tendono a marcire e diventare nere. E' bastato un po' di attak. Come notate ho usato lo stesso pezzo sia per il corpo che per il tappo: ho tagliato con la sega a nastro da ferro 2 cm della parte più stretta, ottenendo così un taglio sottile che portasse via il minor spessore possibile per farle ricombaciare. Ho poi svuotato l'interno con una punta da trapano e l'aspiratore ben vicino, che eliminasse il più possibile quell'odore di osso, per me fastidiodissimo. Ho levigato i bordi sulla levigatrice a nastro. Su antrambe le parti i fori sono ciechi. Sul tappo, ho messo un gommino di protezione in dotazione ad un'altra penna, ho messo un po di silicone ad espansione, e lasciato indurire. Poi l'ho pareggiato con uno scalpello. Ho fatto lo stesso sul corpo, mettendoci dentro una penna "nuda", ma si è indurito storto e nel cercare di raddrizzarlo, ho rotto la penna. Adesso sta riposando, in attesa di un'altro acquisto di tecnologia. E' finito con un paio di mani di olio da pavimenti. Il tutto è lungo 9,5 per 6 cm circa. A presto.

1 commento:

  1. Fabio se ti da fastidio "l'odore" dell'osso,mentre lo tagli,bagnalo con acqua e poi lo lasci asciugare (faccio così quando lo lavoro per i coltelli, ho costruito un "gocciolatoio".

    RispondiElimina